Cercare di capire Elena Ferrante

Ho parlato di Elena Ferrante più o meno con tutti e ancora non sono persuaso. La domanda con cui sono sceso dall’aereo e mi sono addentrato tra la folla di scrittori, editori, giornalisti, agenti, addetti stampa e persone che girano attorno all’editoria che popolano New York, non è tanto «perché Elena Ferrante?», quanto «perché solo Elena Ferrante?». E perché ora e con questo fermento travolgente.

Una delle più fornite librerie indipendenti di Brooklyn (hipster free, quasi)

Un paio di giorni fa ho pranzato con Michael Reynolds, editor in chief diEuropa editions, la casa editrice che pubblica Ferrante negli Stati Uniti — che poi è la stessa che la pubblica in Italia, e/o, e anche questa è una storia molto interessante — e editor di Ferrante in inglese. Mi racconta che la cosiddetta tetralogia di Napoli, che per ora ha visto i primi tre libri pubblicati in USA, ha venduto circa centocinquantamila copie e che è ancora ampiamente sulla cresta dell’onda. Il discorso gira attorno al fatto che sia una scrittrice donna e che ci fosse bisogno di una voce femminile tanto intensa, in questo momento. Posso essere d’accordo, ma ancora non mi spiego come un mercato estremamente poco estrerofilo — solamente l’uno o il due percento dei libri venduti in Nord America sono tradotti — ma comunque in grado di premiare con un milione di copie vendute un libro come L’eleganza del riccio, quindi in grado di riconoscere una qualità oggettiva al di fuori del Paese di provenienza, abbia lasciato passare più di vent’anni tra la scoperta di due bestseller italiani.

(Continua a leggere su L’Espresso)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...